Valeriana officinalis, un valido aiuto contro l'insonnia

ansia, dormire -

Valeriana officinalis, un valido aiuto contro l'insonnia

La valeriana è stata utilizzata per conciliare il sonno fin dai tempi antichi, perché i suoi principi attivi agiscono promuovendo il rilassamento, migliorando la qualità e la durata del sonno.


Se fatichiamo ad addormentarci, l'assunzione di compresse di valeriana per dormire può facilitare il sonno ed evitare risvegli anticipati la mattina o interruzioni del sonno la notte.

Valeriana, caratteristiche e proprietà della pianta

La valeriana è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Valerianaceae, ampiamente distribuita in tutto il mondo allo stato spontaneo. In fitoterapia si utilizzano soprattutto le radici che contengono composti con effetto calmante, antispasmodico e rilassante per i muscoli, pertanto la valeriana è raccomandata per ridurre l'ansia, lo stress e la tensione e, soprattutto, il suo uso può favorire il sonno.

Le proprietà della valeriana sono attribuite alla sinergia dei suoi ingredienti che  agiscono sul sistema inibitorio del neurotrasmettitore GABA.

radice di valeriana per dormire

Le radici raccolte tra l'autunno e l'inverno vengono essiccate e utilizzate per infusione o per produrre estratti secchi in capsule o estratti fluidi. In Italia è possibile trovare la valeriana al suo stato naturale, specialmente nelle regioni settentrionali e centrali, in zone fresche e umide, ma prive di acqua stagnante.

È una pianta a rosetta con foglie basali, fiorisce a Maggio e il frutto si sviluppa in seguito. Esistono diverse varietà di valeriana, ma la più utilizzata in fitoterapia è la Valeriana officinalis L.

Valeriana: quando dobbiamo prenderla per dormire

I disturbi del sonno interesseranno circa la metà della popolazione: in alcuni casi l'insonnia può effettivamente essere sporadica ma in altri può accompagnare tutta la vita di una persona.

Coloro che soffrono di insonnia possono avere difficoltà ad addormentarsi, possono addormentarsi solo per poche ore, alzarsi presto e avere continue interruzioni del sonno durante la notte.

Questi disturbi possono causare cambiamenti nel ciclo del sonno notturno e danneggiare gravemente le prestazioni fisiche e mentali durante il giorno, soprattutto se l'insonnia persiste nel tempo.

valeriana officinalis

In effetti, un riposo scarso  può causare difficoltà lavorative e nello studio, irritabilità e stanchezza. Al fine di risolvere i problemi relativi al sonno e ritrovare il riposo adeguato, puoi trovare aiuto nei prodotti a base di valeriana.

La valeriana è un rimedio sicuro e naturale, usata fin dall'antichità, non ha effetti collaterali importanti e non influisce sulle normali attività quotidiane, quindi, se sei insonne, puoi usare questa pianta anche per periodi prolungati.

Come utilizzare la valeriana in fitoterapia

Ci sono varie forme di valeriana: ad esempio la troviamo in taglio tisana, negli estratti secchi in capsule e negli estratti idroalcolici. Gli estratti di valeriana emanano un odore pungente, perciò di solito viene utilizzata in combinazione con altre erbe per ottenere un effetto sinergico e migliorarne il gusto.

La tintura madre di valeriana dovrebbe essere assunta circa un'ora o mezz'ora prima di addormentarsi in dosaggio di circa 40-50 gocce.

L'infusio di valeriana consuma da 2-3 volte al dì e l'effetto è leggermente più leggero rispetto ad altri preparati a base di valeriana.

Per un'azione più efficace e più rapida, si consiglia di utilizzare le compresse di valeriana contenenti l'estratto secco.

La Valeriana è utile anche per l'ansia e l'agitazione emotiva. In questo caso puoi assumere la valeriana in dosi distinte 3 volte al giorno. 


Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati