9 segni e sintomi della sindrome dell'intestino irritabile (IBS)

9 segni e sintomi della sindrome dell'intestino irritabile (IBS)

La sindrome dell'intestino irritabile (IBS) colpisce tra il 6 e il 18% delle persone in tutto il mondo.Questa condizione comporta cambiamenti nella frequenza o nella tipologia dei movimenti intestinali e dolore addominale inferiore. Dieta, stress, insonnia e alterazioni dei batteri intestinali possono scatenare tutti i sintomi.Tuttavia, le cause scatenanti sono diverse per ogni persona, il che rende difficile definire cibi specifici o fattori di stress che dovrebbero evitare tutti coloro che soffrono di questo disturbo. Questo articolo tratta i sintomi più comuni di  sindrome dell'intestino irritabile e cosa fare se sospetti di averla. Se sei interessato a conoscere delle cure naturali per questo problema puoi leggere l'articolo Colon irritabile rimedi della nonna.

1.Dolore e crampi

Il dolore addominale è il sintomo più comune e un fattore chiave nella diagnosi.Normalmente, l'intestino e il cervello lavorano insieme per controllare la digestione. Ciò accade attraverso ormoni, nervi e segnali rilasciati dai batteri buoni che vivono nell'intestino. Nella  sindrome del colon irritabile, questi segnali cooperativi diventano distorti, portando a una tensione non coordinata e dolorosa nei muscoli del tratto digestivo.Questo dolore si verifica di solito nell'addome inferiore  (meno probabile che si verifichi nell'addome superiore). Il dolore generalmente diminuisce a di uno svuotamento intestinale.Modifiche dietetiche, come una dieta povera di FODMAP, possono migliorare il dolore e altri sintomi.Altri trattamenti includono rilassanti intestinali come olio di menta piperita, terapia comportamentale cognitiva e ipnoterapia.

2.Colon irritabile e diarrea

L'IBS con diarrea è uno dei tre principali tipi di disturbo. Colpisce circa un terzo dei pazienti con IBS.Uno studio su 200 adulti ha scoperto che quelli con IBS con predominanza di diarrea avevano, in media, 12 svuotamenti intestinali alla settimana - più del doppio dei soggetti senza IBS.Il transito intestinale accelerato nell'IBS può anche provocare un impulso improvviso e immediato ad avere un movimento intestinale. Alcuni pazienti descrivono questo come una fonte significativa di stress, evitando anche alcune situazioni sociali per paura di un improvviso inizio di diarrea.Inoltre, le feci, in caso di colon irritabile e diarrea,  tendono ad essere frammentate e acquose e possono contenere muco.

3.Colon irritabile e stitichezza

Anche se sembra controintuitivo, l'IBS può causare costipazione e diarrea.L'IBS con predominanza di stitichezza è il tipo più comune, che colpisce quasi il 50% delle persone con IBS.La comunicazione alterata tra cervello e intestino può accelerare o rallentare il normale tempo di transito delle feci. Quando il tempo di transito rallenta, l'intestino assorbe più acqua dalle feci e  queste diventano più dure causando problemi di defecazione.La costipazione è una condizione definita da meno di tre svuotamenti intestinali alla settimana.

La costipazione "funzionale" è una costipazione cronica non legata ad un'altra malattia. Non è correlato all'IBS ed è molto comune. La costipazione funzionale differisce dall'IBS in quanto generalmente non è dolorosa.Al contrario, la costipazione nell'IBS include dolore addominale che si riduce con la defecazione.

La costipazione nell'IBS spesso provoca anche una sensazione di movimento intestinale incompleto estremamente fastidioso.Insieme ai soliti trattamenti per IBS, possono essere d'aiuto l'esercizio fisico, bere più acqua, mangiare fibre solubili, assumere probiotici e l'uso limitato di lassativi non irritanti la mucosa intestinale.

4.Stitichezza alternata a diarrea

L'IBS mista, ovvero con costipazione alternata a diarrea colpisce circa il 20% dei pazienti con IBS.

La diarrea e la costipazione nell'IBS comportano dolore addominale cronico e ricorrente. Il dolore è l'indizio più importante che i cambiamenti nei movimenti intestinali non sono correlati alla dieta o alle comuni infezioni lievi.

Questo tipo di IBS tende ad essere più grave degli altri con sintomi più frequenti e intensi. I sintomi dell'IBS mista variano anche di più da una persona all'altra. Pertanto, questa condizione richiede un approccio terapeutico specifico e personalizzato piuttosto che raccomandazioni generali.

5.Cambiamenti nei movimenti intestinali

Il movimento lento delle feci nell'intestino spesso causa disidratazione perchè  l'intestino assorbe l'acqua dalle feci stesse. Questo comporta feci dure, che possono esacerbare i sintomi della costipazione .Il rapido movimento delle feci attraverso l'intestino lascia poco tempo per l'assorbimento di acqua e provoca le feci molli caratteristiche della diarrea.L'IBS può anche causare accumulo di muco nelle feci, che di solito non è associato ad altre cause di costipazione.

Il sangue nelle feci può essere un segno di un'altra condizione medica potenzialmente grave e merita una visita dal dottore. Il sangue nelle feci può apparire rosso ma spesso appare molto scuro o nero con una consistenza catramosa.

6.Gas e gonfiore

La digestione alterata nell'IBS porta a una maggiore produzione di gas nell'intestino. Ciò può causare gonfiore molto spiacevole.Molti soggetti con IBS identificano il gonfiore come uno dei sintomi più persistenti e fastidiosi del disturbo.In uno studio condotto su 337 pazienti con IBS, l'83% ha riferito di gonfiore e crampi. Entrambi i sintomi erano più comuni nelle donne e nell'IBS con costipazione o nei tipo misto di IBS.Può essere utile evitare il lattosio e altri FODMAP può aiutare a ridurre il gonfiore.

7.Intolleranze alimentari

Fino al 70% delle persone con IBS riferisce che particolari alimenti ne scatenano sintomi.Due terzi delle persone con IBS evitano intenzionalmente determinati alimenti. A volte questi individui escludono più alimenti dalla dieta.Perché questi alimenti scatenino sintomi non è chiaro. Queste intolleranze alimentari non sono allergie e gli alimenti scatenanti non causano differenze misurabili nella digestione.Mentre gli alimenti scatenanti sono diversi per tutti, alcuni sono comuni e includono alimenti che producono gas, come FODMAPs, nonché lattosio e glutine.

8.Insonnia e difficoltà a dormire

Oltre la metà delle persone con IBS parla di affaticamento.In uno studio, 160 persone adulte con diagnosi di IBS hanno descritto una bassa resistenza allo sforzo che limitava il lavoro, le attività nel tempo libero e nelle interazioni sociali.L'IBS è anche correlato all'insonnia e alla difficoltà ad addormentarsi, svegliarsi frequentemente e sentirsi senza riposo al mattino.In uno studio condotto su 112 adulti con IBS, il 13% ha riferito di una scarsa qualità del sonno.Un altro studio su 50 uomini e donne ha scoperto che quelli con IBS hanno dormito circa un'ora in più ma si sono sentiti meno riposati al mattino rispetto a quelli senza IBS.È interessante notare che il sonno scarso è accompagnato da sintomi gastrointestinali più gravi il giorno seguente.

9.Ansia e depressione

L'IBS è anche legato all'ansia e alla depressione.Non è chiaro se i sintomi dell'IBS siano espressione di stress mentale o se lo stress di convivere con l'IBS renda le persone più inclini a difficoltà psicologiche.Qualunque cosa accada prima, l'ansia e i sintomi digestivi dell'IBS si rafforzano a vicenda in un circolo vizioso.In un ampio studio su 94.000 uomini e donne, le persone con IBS avevano oltre il 50% in più di probabilità di avere un disturbo d'ansia e oltre il 70% in più di avere un disturbo dell'umore, come la depressione.Un altro studio ha confrontato i livelli dell'ormone dello stress cortisolo in pazienti con e senza IBS. E' stato dato loro il compito di parlare in pubblico, quelli con IBS hanno sperimentato maggiori aumenti nel cortisolo, suggerendo livelli di stress maggiori.Inoltre, un altro studio ha scoperto che la terapia di riduzione dell'ansia ha ridotto lo stress e i sintomi dell'IBS.

Cosa fare se pensi di avere IBS

Se hai sintomi di IBS che interferiscono con la qualità della tua vita, visita un medico di base vicino a te, che può aiutarti a diagnosticare l'IBS ed escludere altre malattie che lo imitano. L'IBS viene diagnosticato con dolore addominale ricorrente per almeno 6 mesi, combinato con dolore settimanale per 3 mesi e con una combinazione di dolore alleviato dai movimenti intestinali e cambiamenti nella frequenza o nella forma dei movimenti intestinali. Il medico può indirizzarti a un gastroenterologo, uno specialista in malattie digestive, che può aiutarti a identificare i fattori scatenanti e discutere i modi per controllare i sintomi.Anche i cambiamenti dello stile di vita, come una dieta a basso contenuto di FODMAP, riduzione dello stress, esercizio fisico, bere molta acqua e l'uso di lassativi naturali leggeri possono aiutare. È interessante notare che una dieta a basso contenuto di FODMAP è uno dei cambiamenti dello stile di vita più promettenti per alleviare i sintomi.

Identificare altri cibi scatenanti può essere difficile, poiché sono diversi per ogni persona. Tenere un diario di pasti e ingredienti può aiutare a identificare i trigger. Gli integratori di probiotici possono anche ridurre i sintomi. Inoltre, evitare stimolanti digestivi, come caffeina, alcol e bevande zuccherate, può ridurre i sintomi in alcune persone.


Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati